Manifesto Politico del movimento “Alternativa ai Partiti”

Manifesto

Posted in Varie | Leave a comment

Il P.pe Ruspoli torna in piazza, come negli anni sessanta

Il Temo – 15 Dic. 13

Posted in Varie | Tagged , | 1 Comment

Corriere della Sera – Domenica 23 giugno ’13

ARTICOLO

Posted in Articoli | Leave a comment

Comunicazione riflessiva inviata a Beppe Grillo

riflessione

Posted in Riflessioni | Leave a comment

Comunicato stampa

COMUNICATO

Posted in Rassegna Stampa | Leave a comment

Commento alle elezioni febbraio 2013

Sono circa sessanta anni che aspettavo che giovani italiani non professionisti della politica fossero eletti in Parlamento.

La presenza di tutta questa bella gioventù mi fa ben sperare.

Potranno contribuire in maniera determinante a cacciare una volte per tutte coloro che hanno la responsabilità di avere indebitato l’Italia per cinque generazioni e potranno anche liberare l’Italia dagli sprechi e dai ladri.

In sostanza il mio sogno trasversale è di vedere una Camera ed un Senato con la metà dei parlamentari con uomini onesti e competenti ed una legge elettorale democratica.

Spero anche in una Europa politicamente unita con una moneta autonoma che possa essere utilizzata solo per la crescita e per vincere ogni tipo di povertà.

Posted in Riflessioni | Tagged | 1 Comment

COMUNICATO STAMPA

Lunedi 29 ottobre 2012

Posted in Rassegna Stampa | Leave a comment

Discorso P.pe Sforza Ruspoli, 29 ottobre 2012

UNA VOLTA LA TIRANNIDE SI IMPONEVA IN MODO DRAMMATICO E VIOLENTO.              “IL GOLPE”.

OGGI AVVIENE LO STESSO MA IN MODO MORBIDO, STRISCIANTE UN POTERE PARALLELO SPIETATO  HA GIA’ FATTO CROLLARE MOLTI ISTITUTI TRADIZIONALI DELLA DEMOCRAZIA SENZA CLAMORI E SENZA CHE I POPOLI SI RENDANO CONTO DELLA GRAVITA’ DI QUANTO E’ AVVENUTO.

CHI GESTISCE A LIVELLO PLANETARIO L’INFORMATICA, I SERVIZI FINANZIARI, BANCARI, COMUNICATIVI E ALTRI BASATI SUL POSSESSO DI CONOSCENZE DI ALTA TECNOLOGIA UTILIZZANDO LE PIU’ RECENTI SCOPERTE DELL’ELETTRONICA E QUINDI DEI SATELLITI E DEL DIGITALE DOMINA E CONTROLLA IL MONDO E LA SUA ECONOMIA.

IN AMERICA ED IN INGHILTERRA HANNO GIA’ DI FATTO SMANTELLATO LE VECCHIE CIMINIERE E LE FABBRICHE DI MATTONI (DIVENUTI AD ALTO COSTO DI PRODUZIONE PER EFFETTO DEGLI ALTI STIPENDI E DELLE ESIGENZE PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI DI UN WELFARE MOLTO DIFFUSO).

GLI IMPRENDITORI SI SONO SPECIALIZZATI IN EROGAZIONI DI SERVIZI FINANZIARI, BANCARI E INFORMATIVI A LIVELLO PLANETARIO.

I COLOSSI IMPRENDITORIALI AMERICANI ED INGLESI HANNO PRESO PROPORZIONI ABNORMI ED UN POTERE CHE MAI AVEVANO ESERCITATO NEI CONFRONTI DEGLI OPERATORI ECONOMICI.

QUESTE MULTINAZIONALI SI SONO POSTE IN CONDIZIONI DI SUPREMAZIA NEI CONFRONTI DI TUTTE LE SOCIETA’ OPERANTI NELL’EUROPA CONTINENTALE CREANDO OPPORTUNITA’ DI FAGOCITAZIONI IMMINENTI.

AGENZIE DI RATING, BANCHE D’AFFARI, TECNOGRATI BEN PAGATI E SMISTATI IN TUTTI I PAESI DEL MONDO E FORSE ANCHE NEGLI ORGANISMI DI GESTIONE DELL’UNIONE EUROPEA.

QUESTI SIGNORI HANNO SCATENATO TRAGEDIE DI OGNI TIPO CON I TITOLI IN BORSA, LE EMISSIONI DEFINITE TOSSICHE, SPREAD CON SOMMOVIMENTI DEVASTANTI NELLE IMPRESE, SCONQUASSI FINANZIARI, MONETARI, BORSISTICI SCONVOLGENTI HANNO PROVOCATO DISTRUZIONI DEGLI APPARATI PRODUTTIVI PIU’ GRAVI DI QUELLI PROVOCATI DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE.

IN QUESTO CONTESTO LA DEMOCRAZIA DELL’ERA INDUSTRIALE E’ SOLO APPARENTE, ESSA CONTINUA A CELEBRARE I SUOI RITI SENZA NESSUNA POSSIBLITA’ DEI RAPPRESENTANTI ELETTI DAL POPOLO (DA NOI ELETTI DA POCHI OLIGARCHI AL POTERE) DI INFLUIRE MINIMAMENTE SULL’ECONOMIA MONDIALE E DI RIFLESSO SU QUELLA NAZIONALE CONDIZIONATA DAL SISTEMA FINANZIARIO E BANCARIO ALL’INTERNO DI OGNI SINGOLO STATO.

L’ATTIVITA’ POLITICA NON SERVE PIU’, SERVE SOLO A SELEZIONARE LE TRUPPE MERCENARIE, I GOVERNANTI AL SERVIZIO DEI VERI OCCULTI E BEN NASCOSTI PALAZZI DEL POTERE, OCCUPATI DAI FINANZIARI, DAI BANCHIERI E MAGNATI DELLA TECNOLOGIA E DELL’INFORMAZIONE.

I POLITICI SONO DESTINATI A REPRIMERE LE PROTESTE SEMPRE PIU’ NUMEROSE CHE EMERGONO DALLE MASSE DEI NUOVI E DEI VECCHI POVERI PRIVI DI QUALSIASI POTERE.

(QUESTA PROFONDA E TRAGICA ANALISI NON E’ FARINA DEL MIO SACCO MA DI UNO DEI MAGGIORI GIURISTI ITALIANI NON POLITICO E SINCERO DEMOCRATICO CHE PER ORA, VUOLE MANTENERE L’ANONIMATO).

TRA I NUOVI POVERI CI SONO GLI UNICI CHE DOVREBBERO ESSERE BENESTANTI, SONO I CONTADINI CHE PRODUCONO IL NECESSARIO.

DOVE SONO QUEI POVERI SAREMO SEMPRE NOI PER LA RIVOLUZIONE GLOBALE PER RESTAURARE LA DEMOCRAZIA E PER APPLICARE IN TUTTO IL PIANETA LA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA.

 

Leave a comment

Comunicato Conferenza Stampa del 29-3-12

COMUNICATO 29 MARZO Ruspoli

Leave a comment

Bolla papale E’ quella di Clemente XI che concede il “titolo” all’antica cittadina a Nord di Roma, capitale dell’Etruria

Cerveteri rivendica lo status di Principato

La scoperta fatta da un abitante del luogo appassionato di storia e non certo di secessionismo…Articolo dal Tempo 24 febbraio 2012 di Marino Collacciani

Leave a comment

Riflessioni…

L’austerità imposta ai cittadini per non stampare carta moneta e per non creare inflazione sembra ignorare il fatto che nel 2011 sono stati spesi solo in armamenti :

dagli Stati Uniti 698 miliardi di dollari;

dalla Cina 119 miliardi di dollari;

dal Regno Unito 58 miliardi di dollari;

dalla Francia 59 miliardi di dollari;

dalla Russia 58 miliardi di dollari;

dal Giappone 54 miliardi di dollari;

dall’Arabia Esaudita 45 miliardi di dollari;

dalla Germania 44 miliardi di dollari.

Nel mondo il totale speso in armamenti nel 2011 ammonta a 1630 miliardi di dollari.

Purtroppo per un miliardo di persone denutrito e per 20 milioni di persone che ogni ano muoiono di fame non vi è CARTA MONETA.

Posted in Riflessioni | Tagged | Leave a comment

Comunicato

I Contadini, Pescatori, Artigiani, Cammionisti hanno finalmente capito che possono contare solo su se stessi.

Auguriamoci che capiscono che la battaglia che vince è quella della non violenza e del rispetto per le Istituzioni che culminerà con l’arresto degli esponenti della “CASTA”.

Sono con il cuore e con le mie residue energie a fianco del Popolo in rivolta.

Posted in Articoli, Rassegna Stampa | Leave a comment

“Il banchiere d’affari” di Fabrizio Massaro (Corriere della Sera)

Leave a comment

Articolo preso da “Il Tempo” del 12 ottobre 1994

Cliccare sul seguente collegamento: Articolo Il Tempo 12 ottobre ’94

Posted in Articoli | Tagged | Leave a comment

Articolo da “La fonte del potere” di Marco Pizzuti

Cliccare sul seguente collegamento: “La Fonte del potere” di Marco Pizzuti

Posted in Articoli | Tagged | Leave a comment

Lettera a: On. Paolo Ferrero

Gent.mo On. Ferrero,

come Lei ben sa, sono un suo avversario politico.

Vi è però, un aspetto della sua battaglia che coltivo da sempre: la lotta contro le banche centrali controllate da privati che attraverso la rarefazione della carta moneta saccheggiano il mondo.

Abramo Lincon fu assassinato il 14 aprile 1865 dopo la messa in circolazione di oltre 400 milioni di dollari dello Stato Americano non gravati da debito e da interessi ovvero i c.d. “Green Baks” e, John Kennedy fu assassinato il 22 novembre 1963 dopo aver ordinato di stampare più di 4 miliardi di dollari direttamente dal dipartimento del Tesoro ma ben poche di esse fecero in tempo ad entrare in circolazione a causa della sua morte.

La nuova moneta statale approvata da Kennedy era stata emessa come valuta non gravata da interesse e priva di debito ma con la copertura delle riserve di argento in possesso della Tesoreria degli Stati Uniti.

Egli tentò in questo modo di sostituire le banconote della Federal Reserve emesse dalla Banca Centrale privata con delle banconote di proprietà degli Stati Uniti stampate dalla Tesoreria statale americana. (da “Le fonti del Potere” di Marco Pizzuti).

Spero di avere presto l’occasione di incontrarLa.

La saluto cordialmente.

Sforza Ruspoli

Leave a comment

Riflessioni…..

I Partiti hanno delegato il Prof. Monti per il lavoro sporco.

I media controllati dal “sistema” non danno voce al grido di dolore degli italiani che stanno per essere spremuti senza aver prima abbattuto la “CASTA”, responsabile del disastro.

Le vicende di Finmeccanica sono un piccolissimo esempio di dove vanno a finire i soldi dei contrinuenti italiani.

Leave a comment

Dal quotidiano “La Padania”

Su “La Padania” il Prof. Marcello Ricci ha scritto:

ieri  a Roma, il Principe Sforza Ruspoli, che anche sotto la bandiera della Lega ha condotto molte battaglie, ha in una conferenza stampa richiamato l’attenzione sulla necessità di ancorare la politica alle radici cristiane, al rispetto dell’ambiente e del mondo contadino“.

Leave a comment

Conferenza stampa 14 novembre 2011

Oggi  a Palazzo Ruspoli, erano  tra gli altri presenti alla Conferenza Stampa:

Sua E.zza Proc. Salvatore Sfrecola,

Avv. Paola Zerman (II ° Sezione – Agenzia Entrate)dell’Avvocatura Generale dello Stato,

l’ex Senatore Niccolò Sella di Monte Luce,

un folto gruppo di sacerdoti,

Arch. Maurizio Mezzaroma,

Prof. Paolo Possenti,

On. Roberto Fiore,

Ing. Gaetano Rebecchini,

i fratelli Cinque,

la Duchessa De Giovanni Centelles,

il Prof. Marcello Ricci (Lega Nord),

l’editore del “Borghese” – Dott. Luciano Lucarini,

Dott. Giuliano Marchetti di Consult Dress,

il Dott. Enzo Maiorana,

Telestudio Canale 85 (per le riprese),

Dott. Pasqualino Alecce.

Si è stabilito di creare tavole rotonde di studio e approfondimento per i settori: dell’economia, belle arti, artigianato, agricoltura e turismo, piccola e media industria.

E’ stata indetta una manifestazione per l’11 febbraio 2012, in quell’occasione sarà divulgato il Programma della I° aggregazione che si è già formata.

Leave a comment

Il manifesto di Sforza Ruspoli

M A N I F E S T O

In difesa della libertà, della Costituzione e dei diritti dei cittadini di fronte al gravissimo degrado morale in atto

FACCIAMO IL SEGUENTE:

APPELLO

A tutti i cittadini ed in particolare ai giovani, agli emarginati, disoccupati, insegnanti, contadini, artigiani, pensionati, operai, professionisti e piccoli imprenditori, e anche ovviamente alla gente del Sud saccheggiata e abbandonata.

PER CHIEDERE

1. La Vostra partecipazione alla lotta per abbattere “la CASTA” : una oligarchia che si regge sulla dittatura e la complicità delle Segreterie di tutti i partiti condannandoci ad un inarrestabile degrado. E’ necessario abolire tutti i privilegi dei parlamentari che dovrebbero essere al massimo quattrocento, quanti sono negli Stati Uniti.

 2. Per restaurare i diritti costituzionali di ogni cittadino primo fra tutti quello di poter scegliere i propri rappresentanti e di conseguenza i propri governanti. Possibilmente con una legge elettorale simile a quella inglese.

 3. Adempiere alle richieste dell’Unione Europea è una priorità in questo difficile momento,  continuando tuttavia ad auspicare un’unione politica dell’Europa delle cattedrali, luce spirituale dell’universo, dall’Atlantico ai confini della Mongolia. Per l’Europa noi chiediamo  una sola costituzione, un solo Governo, un solo sistema fiscale, una sola moneta stabile possibilmente agganciata all’oro o a un paniere di materie prime da sostituire alla carta-moneta, una sola filosofia politica: sconfiggere le povertà e le ingiustizie del mondo; dove è in corso da troppo tempo un crimine planetario, che vede 20 milioni all’anno di nostri fratelli costretti a morire di fame mentre coloro che producono gli alimenti sono costretti ad abbandonare le campagne.

 4. Riportare trasparenza nell’attività dello Stato e, di impedire il saccheggio, in atto da anni, finora impunito, e allontanare dal potere le Caste di parassiti che pensano solamente ai loro profitti e non al bene comune.

 5. Vogliamo spazio per l’agricoltura, storica attività italiana, potenziale fonte di tanta occupazione, in ginocchio dagli anni ’50 per colpa delle scelte sciagurate che l’hanno penalizzata per favorire il Gigantismo Industriale in decomposizione.  Noi ci rifiutiamo di continuare a sacrificare gli interessi della nostra civiltà rurale a quelli del sistema bancario e della grande industria come avviene da oltre cinquanta anni.

 6. Vogliamo dare giustizia ai pensionati e ai Ceti medi che soffrono una continua decurtazione dei loro emolumenti. Pertanto, proponiamo, un aumento delle pensioni minime, del 20%.

 7. Urge dare un sostegno alla piccola e media industria creatrice in passato di innumerevoli posti di lavoro.

 8. Vogliamo difendere l’ambiente devastato dall’abusivismo edilizio conseguenza di una mancata programmazione urbanistica a lungo termine, viceversa si va avanti con il “programar facendo..”. con il potere discrezionale di pochi politici, emissari delle segreterie di Partito, motivati dal consenso e dalla corruzione, ed attuare immediate politiche di rimboschimento per proteggere il territorio dal dissesto idrogeologico che ci minaccia costantemente.

 9. Occorre una divisione netta tra le banche di investimento finanziario (Merchant Bank) che se necessario devono poter fallire senza problemi, così come alcune banche ormai decotte; mentre le banche sane commerciali devono occuparsi esclusivamente del mondo del lavoro, del credito all’imprese astenendosi dal partecipare all’azionariato delle industrie assistite e devono astenersi dalle speculazioni finanziarie. In sostanza, le banche, devono fare le banche cioè raccogliere il risparmio che deve essere utilizzato solo per dare credito agli imprenditori affidabili. I soldi non devono mai servire per comprare titoli tossici ad alto rendimento per fare i loro bilanci.

Tali banche sane a servizio degli imprenditori e del lavoro vanno garantite eventualmente anche con la nazionalizzazione salvo poi rimetterle sul mercato una volta risanate come ben suggerisce Massimo Mucchetti.

 10. Vogliamo in una sola parola cambiare le cose per offrire a tutti gli italiani un orizzonte nuovo di pulizia morale e di impegno disinteressato.

 Il nostro invito alla “rivolta etica ” è un invito affinché ognuno possa contribuire a questa durissima urgente e necessaria battaglia perché come dice il Parroco di  Forcella Don Luigi di Merola “non è Dio che ci ha voltato le spalle, siamo noi che abbiamo voltato le spalle a Dio”.

 RACCOGLIAMO ADESIONI

Una prima manifestazione in piazza si terrà a Roma a Ponte Milvio il 15 febbraio 2012.

Per adesioni contattateci alla seguente e-mail: “abbatterelacasta@libero.it

Oppure andate a visitare il Blog:

www.sforzaruspoli.com

 

 

 

 

 

Leave a comment

Conferenza Stampa – Palazzo Ruspoli – Lunedi 14 novembre 2011

COMUNICATO

STAMPA

 Il PRINCIPE SFORZA RUSPOLI BANDISCE UNA CROCIATA, CON L’ APPELLO A QUANTI HANNO A CUORE LE SORTI DELL’ITALIA E DELL’EUROPA AL DI FUORI DEI PARTITI POLITICI.

 

 

Nel corso di una conferenza stampa che si terrà il giorno 14 novembre p.v. alle ore 10.30 nel Palazzo Ruspoli, Largo Carlo Goldoni n. 56, Roma.

Il P.pe Sforza Ruspoli unitamente a Giovanni Visconti per i Centri d’Azione Agraria, a Filippo de Jorio per il movimento dei Pensionati Uniti, Fabrizio Lastei per il movimento Cattolico di Milithia Christi, lancerà in questo momento di emergenza nazionale, un appello a quanti hanno a cuore le sorti del nostro Paese, perché nell’aggregazione in un movimento di opinione che è al di fuori dei partiti ci sia l’assunzione da parte di ciascuno di una responsabilità e di un impegno.

Lo spirito di questa iniziativa è rappresentato da una crociata per tentare il recupero di tutto quello che abbiamo perduto moralmente e materialmente.

E’ l’invito ad una vera e propria rivolta etica.

Nel corso della conferenza sarà presentato un Manifesto di proposte che saranno illustrate e discusse.

 

 

Leave a comment

Intervento – P.pe Ruspoli al Foro Umanitario Internazionale – Baku 10/11 ottobre 2011

Il mio sentito ringraziamento va alla Repubblica dell’Azerbaijan e al suo Ministro degli Affari Esteri Elmar Mammadyarov per aver promosso questo Forum Umanitario, così come al suo Presidente Ilham Aliyev e al Presidente della Confederazione Russa Dmitri Medvedev sotto al Patrocinio dei quali esso si svolge .

Sono profondamente onorato dal loro invito. Sono inoltre convinto dell’urgenza che ci spinge ad essere qui, vorrei quindi esporre l’augurio che mi accompagna, insieme ad alcune riflessioni che sono una critica e una speranza allo stesso tempo .

Auspico innanzitutto un’ Europa unita compresa tra l’Oceano Atlantico e i confini della Mongolia, che abbia

– Una sola COSTITUZIONE;

– Una sola POLITICA ESTERA;

– Un solo ESERCITO;

– Una sola MONETA stabile nel tempo perché agganciata a valori indiscutibili come l’oro oppure a un paniere di materie prime;

Infine – una sola FILOSOFIA POLITICA di base: la lotta contro tutte le povertà e tutte le ingiustizie. Ricordando che nei periodi di crisi chi soffre di più sono gli emarginati dimenticati da chi emette carta moneta e attraverso la rarefazione della carta saccheggia il Pianeta, calpestando quella dichiarazione universale dei diritti umani, approvata all’unanimità dall’Assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1948, che dovrebbe tutelare la libertà e la dignità di tutti (vedi Art. 1).

In proposito citerò anche parte dell’articolo 25: “Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari”.

Nel 2020 ben 1 miliardo di persone soffriranno la fame o vivranno in carenze nutrizionali di questi un terzo saranno contadini.

Attualmente un miliardo e mezzo di persone non ha accesso all’acqua potabile il 50% dell’Africa sub sahariana è in stato di emergenza.

Ogni anno nel mondo altre venti milioni di persone muoiono di fame, si tratta di un crimine planetario e tutti noi dobbiamo sentirci in qualche modo responsabili.

In questa situazione non possono esistere altre priorità.

Ogni continente deve raggiungere l’autosufficienza alimentare contrastando il “dumping” dei Paesi ricchi che rende difficile la crescita di qualunque attività produttiva locale.

Questa grande Europa che potrà portare pace, dignità e benessere in tutto il mondo dovrà avere alla base il valore universale e trascendente della religione che rappresenta il desiderio intimo di ogni uomo e di ogni popolo.

Leave a comment